Mario Magarò

FREELANCE JOURNALIST

Si spegne Sendero Luminoso

L’Espresso – L’organizzazione terroristica peruviana Sendero Luminoso, di ispirazione maoista, è stata defintivamente sconfitta? Sembra di sì, stando all’entusiasmo del neo-presidente Ollanta Humala ed all’analisi di Pedro Yaranga, uno dei massimi esperti del terrorismo di Sendero: “Non esistono più leader preparati sia sul piano politico sia su quello militare”. Nei giorni scorsi è stato infatti catturato il comandante “Artemio”, al secolo Florindo Eleuterio Flores Hala, ultimo capo ancora in libertà dell’organizzazione terroristica.  Sendero ha scatenato una guerra contro il governo peruviano costata 35 mila vittime dal 1980 al 1992, anno dell’arresto del fondatore Abimael Guzmán. Da allora le milizie si sono ritirate nell’entroterra del Paese, tra le regioni dell’Alto Huallaga e del Vraem, continuando nelle azioni di guerriglia e dedicandosi al crescente business della cocaina (il Perù supera la Colombia come superficie coltivata per la droga) insieme ai narcos. Il processo contro “Artemio” avrà inizio a metà marzo.