Mario Magarò

FREELANCE JOURNALIST

Bolivia: Tre volte Morales

L’Espresso – Via libera per Evo Morales. Il Tribunale Costituzionale ha autorizzato la candidatura del presidente della Bolivia alle elezioni del dicembre 2014. Il leader del Movimiento al Socialismo, già eletto nel 2005 e nel 2009, punta al terzo mandato. Un’ipotesi non prevista dalla Costituzione, che stabilisce l’impossibilità per il presidente di assumere più di due incarichi consecutivi. Il Tribunale ha ritenuto però che il precetto costituzionale non abbia efficacia retroattiva. In sostanza, secondo i giudici, la vittoria alle elezioni del 2005 non fa testo, essendo precedente all’entrata in vigore della nuova Costituzione nel gennaio 2009. Un escamotage che ha scatenato le ire dell’opposizione, decisa a raccogliere 50 mila firme da presentare all’Organizzazione degli Stati Americani per chiedere «un intervento che ristabilisca la normalità democratica». Le questioni interne si aggiungono a un clima di tensione con gli Usa, dopo la decisione di Morales di espellere l’agenzia di cooperazione Usaid, accusata di cospirare contro il suo governo.