Mario Magarò

FREELANCE JOURNALIST AND RESEARCHER

Tra Usa e Bolivia torna la pace

L’Espresso – Bolivia e Stati Uniti fanno la pace. A tre anni dall’espulsione di Philip Goldberg, ex ambasciatore Usa nel Paese andino, l’esecutivo di Morales ha riallacciato i rapporti con Washington. I due governi hanno firmato un accordo di cooperazione in ambito politico, commerciale e nella lotta al narcotraffico. Viene sancito che le relazioni bilaterali si fondino sul pieno rispetto della sovranità, stabilendo di intensificare le transazioni commerciali sul versante economico. Il punto di maggior interesse riguarda però il traffico di stupefacenti, con l’adozione di “azioni in comune” per contrastarne la produzione. Nel 2008 l’agenzia antidroga statunitense fu cacciata dalla Bolivia insieme a Goldberg perché accusati, entrambi, di aver favorito le spinte autonomiste delle regioni orientali. Secondo César Guedes, capo dell’ufficio boliviano all’Onu per il monitoraggio delle droghe, l’aver posto il narcotraffico al centro dell’agenda bilaterale testimonia una svolta politica. La nomina di un nuovo ambasciatore Usa a La Paz appare ora solo questione di tempo.