Mario Magarò

FREELANCE JOURNALIST AND RESEARCHER

Madrid Prove di disgelo tra Pedro Sánchez e Quim Torra

Corriere del Ticino – Ad oltre due anni dall’incontro tenutosi tra Mariano Rajoy e Carles Puigdemont alla Moncloa, le massime autorità del Governo spagnolo e di quello catalano sono tornate a riunirsi ufficialmente a Madrid. Questa volta è toccato al neopremier socialista Pedro Sánchez ed al presidente catalano Quim Torra convertirsi nei protagonisti della riunione bilaterale, che ha segnato un primo, evidente, segno di distensione tra le parti dopo le gravissime tensioni degli ultimi mesi.

Un summit fortemente voluto da entrambi i presidenti, una volta sancita l’uscita di scena di Mariano Rajoy attraverso l’approvazione della mozione di censura. Sin dall’inizio del suo mandato, Sánchez ha infatti posto al centro dell’agenda politica il recupero del dialogo con la Catalogna, ricevendo il pieno sostegno delle autorità catalane. Entrambe le delegazioni hanno preparato il terreno dell’incontro in un clima di sostanziale serenità, incrinato però nei giorni scorsi dalla decisione di Madrid di impugnare davanti al Tribunale costituzionale la risoluzione approvata dal Parlamento catalano ed inerente alla ratifica del processo separatista avviato nel 2015.

«Diretto a Madrid per spiegare a Pedro Sánchez la gravissima situazione che lo Stato spagnolo ha creato in Catalogna e con volontà di ascoltare la soluzione che propone», così dichiarava il presidente catalano poco prima di iniziare l’incontro col premier spagnolo. Parole a cui lo stesso Sánchez ha replicato con toni decisi, ma concilianti: «Ci riuniamo per restituire la normalità alla Spagna, rispettando la Costituzione e confidando nel dialogo istituzionale». Quim Torra ha posto al centro dell’incontro il diritto all’autodeterminazione della Catalogna, ricevendo la piena opposizione della controparte. «Non c’è possibilità di autodeterminazione perché questo diritto non è contemplato dalla nostra Costituzione» ha affermato la vicepresidente del Governo centrale, Carmen Calvo, una volta conclusa la riunione durata oltre due ore. Nonostante la differenza di vedute su un punto decisivo per il futuro della Catalogna, le parti hanno però concordato nel ritenere quella catalana una problematica che va risolta politicamente, annunciando il ri- pristino della Commissione bilaterale tra i due Governi, non più operativa dal 2011.

Il premier socialista, che ha spesso auspicato una riforma federalista della Costituzione come soluzione al conflitto politico, ha comunque riconosciuto a Torra il carattere plurinazionale della Spagna, dicendosi disposto a garantire maggior autonomia alla Catalogna attraverso l’in-terruzione di 31 conflitti di competenza tra la Generalitat ed il Governo centrale, attualmente discussi davanti al Tribunale costituzionale, ed una revisione dello Statuto di autonomia regionale.

L’intera classe politica spagnola ha atteso trepidante l’esito dell’incontro presidenziale, facendo registrare durissime reazioni da parte del Partito popolare e di Ciudadanos, la cui leader in Catalogna, Inés Arrimadas, ha accusato il presidente catalano di essersi recato a Madrid «per riscuotere da Sánchez l’ipoteca accesa per farlo presidente», facendo riferimento al decisivo appoggio garantito dai partiti separatisi catalani alla mozione di censura contro Rajoy. Il partito presieduto da Albert Rivera, il più votato alle ultime elezioni catalane, aveva chiesto al premier spagnolo di non ricevere Torra a Madrid fino a quando quest’ultimo non avesse abbandonato i propositi separatisi. Un appello evidentemente non ascoltato, che ha indotto Arrimadas ad accusare Sánchez «di non essersi riunito con la Catalogna, ma piuttosto con i separatisti». Xavier Domènech, segretario generale di Podemos in Catalogna, ha invece auspicato che la riunione sancisca la fine di una tappa politica caratterizzata dal fracasso della via unilaterale adottata dagli indipendentisti e dall’incapacità di dialogare del PP, invitando le parti ad iniziare un nuovo periodo di negoziazioni incentrato sul dialogo.

CDT_00_1007_004